News

Nuovo DPCM, Fiera di Padova diventa digitale: eventi online per Green Logistics e Flormart. Rinviate al 2021 Tuttinfiera, Arte Padova, Africa ArchitecTour e Festival dell’Oriente

Ott 27, 2020

Luca Veronesi, direttore di Padova Hall: «Impatto negativo che potrà essere di lunga durata. Forte l’incertezza per il futuro»

Nuovi format interamente online per eventi già programmati grazie a una innovativa piattaforma e una ridefinizione del calendario espositivo da qui ai prossimi mesi. Sono queste le prime decisioni adottate da Padova Hall alla luce del nuovo DPCM del Governo, in vigore da lunedì 26 ottobre, che prevede l’immediata sospensione di tutte le manifestazioni fieristiche in presenza. Una rapidità di azione che permette di fornire risposte puntuali ad aziende ed espositori in questa nuova fase così delicata per l’intero settore.

A partire da Green Logistics Intermodal Forum (12-13 novembre) gli eventi, già previsti inizialmente in modalità ibrida fisica-digitale, vengono trasformati in format totalmente online. Sarà così anche per Flormart City Forum, evento dedicato al verde urbano e tecnologico in programma l’1 dicembre. Viene invece annullata e ricalendarizzata al 2021 Tuttinfiera (prevista nelle date 31 ottobre – 1 novembre), il salone dedicato al collezionismo, antiquariato e vintage, all’elettronica e ai giochi, che per motivi organizzativi non potrà essere tenuta in modalità digitale. Appuntamento al 2021 anche per Arte Padova, Africa ArchitecTour e Festival dell’Oriente.

«Nonostante l’impatto negativo di lunga durata che si produrrà sull’intero settore espositivo, la nuova situazione non ci coglie impreparati – afferma Luca Veronesi, direttore di Padova Hall, società proprietaria del marchio Fiera di Padova – Negli ultimi mesi siamo stati costantemente vicini alla nostra community e ci siamo attrezzati con soluzioni innovative. La nuova piattaforma è uno strumento che Fiera di Padova mette a disposizione dei propri espositori e visitatori, per rendere più semplice l’incontro tra domanda e offerta e offrire nuovi vantaggi e opportunità di business. Si tratta di un’innovazione importante, fondamentale per il momento presente, che però non potrà mai sostituire una fiera fisica: il precedente lockdown ha infatti dimostrato come le piattaforme digitali esistenti possano essere un’importante ibridazione, ma non un sostituto dell’incontro fisico. Per questo stiamo già lavorando al nuovo calendario di manifestazioni per il prossimo anno. Lo facciamo convintamente ma anche nella consapevolezza che il momento di assoluta incertezza per il settore fieristico rischia di avere un impatto tale da compromettere fin da ora i risultati del 2021. Quando alle fiere sarà concesso di ripartire servirà del tempo per riconquistare la fiducia necessaria da parte del mercato e servirà un forte sostegno economico per consentir loro di supportare tutto il sistema produttivo del Paese».

La nuova piattaforma digitale di Fiera di Padova

La nuova piattaforma è uno strumento digitale totalmente configurabile e “personalizzato” per soddisfare gli obiettivi di engagement di ciascuna azienda e rendere ancora più facile presentarsi ai potenziali clienti. Non una semplice vetrina online o piattaforma di e-commerce, ma una vera e propria fiera digitale che offre agli espositori nuove modalità di matching tra domanda e offerta, spazi espositivi digitali e la possibilità di programmare incontri e webinar, presentazioni di prodotti e live streaming. E al visitatore di interagire con gli espositori in modo facile e intuitivo. Uno strumento che viene inaugurato con Green Logistics Intermodal Forum, con l’obiettivo di stare al passo con i più innovativi modelli di business che stanno rivoluzionando l’industria espositiva e allo stesso tempo di offrire nuove opportunità in linea con le attuali esigenze di sicurezza.