News

Il futuro dell’energia nelle città intelligenti al centro del terzo forum di City Vision

Set 29, 2021

Dalla produzione decentralizzata di energia per comunità energetiche autosufficienti all’utilizzo di nuove tecnologie per edifici a fabbisogno energetico prossimo allo zero. Dal coinvolgimento di startup con le loro soluzioni innovative alle best practice messe in campo dalle amministrazioni locali e dalle multiutilities. Sono alcuni dei trend che caratterizzeranno l’energia del futuro nelle città intelligenti di domani.

Questi i temi al centro di City Vision Smart Energy & Building Forum, che si è tenuto a Padova in modalità ibrida mercoledì 29 settembre, terza tappa di City Vision, l’evento ideato da Fiera di Padova e Blum dedicato al futuro dell’intelligent city. Il percorso di City Vision, dopo i tre forum verticali del 2021, si concluderà nella Città del Santo con un tanto atteso ritorno in presenza: due giornate, il 30 novembre e 1 dicembre al Centro Culturale Altinate San Gaetano, con “Gli Stati Generali delle Intelligent Cities”. Un appuntamento con ospiti di rilievo nazionale ed europeo che permetterà di condividere esperienze e riflessioni, conoscere nuove soluzioni a servizio della città intelligente in un’apposita Expo Area e consolidare il percorso di Padova nell’ambito dell’Intelligent Cities Challenge promosso dall’Unione Europea.

Il programma della mattinata, aperto dall’intervento del presidente della Fondazione Symbola Ermete Realacci, è proseguito con un panel sul tema della “Smart Energy e Smart Building”, mentre un focus input, a cura di Unicredit, ha fatto il punto sulle opportunità del Superecobonus, ad un anno dalla sua entrata in vigore.

Di grande interesse anche il panel “Vivere edifici intelligenti” che ha messo a fuoco innovazioni quali sensori che tramite algoritmi indicano modalità e tempi per la ventilazione naturale degli ambienti chiusi, app che puntano sulla creazione di nuove community nei condomini come veri e propri social network, ma anche graffiti che offrono connettività 5G.

I dati emersi dall’osservatorio City Vision Trends sono stati occasione per riflettere sulle principali dinamiche d’innovazione nel campo della smart energy, mentre aziende e decisori pubblici si sono poi confrontati sulle migliori pratiche per la costruzione integrata di sistemi urbani intelligenti messe in atto da comuni e multiutility italiane. Francesca Miazzo, Ceo Cities Foundation ha infine offerto un viaggio in uno smart district, un quartiere verde e intelligente che sarà nucleo costitutivo della città del futuro.

Per maggiori info: https://city-vision.it