Green Logistics Expo, la carta di Padova traccia la rotta della sostenibilità

Mar 12, 2020

E’ l’ultima nata fra le manifestazioni “firmate” da Fiera di Padova, ma ha già conquistato una dimensione internazionale diventando appuntamento di riferimento per un settore segnato da profonde innovazioni e in cui Padova – con il suo Interporto – vanta importanti primati. Green Logistics Expo, il Salone Internazionale della Logistica Sostenibile, torna in Fiera a Padova con la sua seconda edizione. L’appuntamento era inizialmente calendarizzato per il mese di marzo, ma l’emergenza Coronavirus ha imposto uno spostamento di date: la nuova collocazione,salvo che non intervengano nuove ordinanze o un peggioramento degli scenari,è stata individuata nel periodo 13-15 maggio 2020.

Il Salone è un evento biennale B2B nato dall’idea di proporre per la prima volta in Italia un luogo di scambio e di business dedicato all’intero comparto della logistica agevolando un confronto diretto con l’impresa. La manifestazione sarà occasione per confrontarsi con le proposte e le innovazioni che attraversano l’intermodalità, la logistica industriale, sia sotto l’aspetto immobiliare che della funzionalità dei magazzini, l’e-commerce e i servizi per la città del domani. Al centro, la sfida dell’efficienza del sistema e quello della sostenibilità, tema ormai ineludibile per tutti i soggetti e i settori, orizzonte che orienta le scelte strategiche e “disegna” le rotte del futuro e a cui la logistica può fornire un importante contributo.

IL DOCUMENTO

La giornata inaugurale di Green Logistics Expo sarà così occasione per presentare la “Carta di Padova – Insieme, per una logistica sostenibile ed efficiente”, un documento con indicazioni e proposte concrete per agevolare la transizione green e che è il risultato di un lavoro di confronto tra le più rappresentative associazioni italiane che si riconoscono nell’urgenza di impegno e sensibilizzazione sui temi della sostenibilità in ambito logistico. Un “manifesto” aperto, che impegna ad azioni concrete per arrivare a risultati tangibili in termini di sostenibilità sociale, ambientale ed economica. Un testo corale al quale stanno lavorando, fra gli altri, Anita, Assologistica, Confetra, Ferdespedi, Freight Leader Council, SOS-LOGistica, Stati Generali dell’Innovazione, Federconsumatori.

I CONTENUTI

Grande spazio sarà riservato al settore dell’intermodalità, con la presenza di centri logistici e di grandi operatori dei trasporti, di grande interesse anche l’area dedicata alla logistica industriale, così come il settore con le nuove soluzioni in ambito e-commerce e l’area City & Logistic con i servizi per la gestione dei flussi delle merci e della mobilità nelle aree urbane. La manifestazione sarà anche occasione per gettare uno sguardo sulle innovazioni che percorrono il settore, sia nell’area Green Logistcs Innovation Village sia grazie a eventi che affrontano tutti i temi che percorrono il settore: dalla portualità alla retroportualità, dal rapporto con l’impresa ai collegamenti territoriali, dalla logistica predittiva all’applicazione dell’intelligenza artificiale alla gestione del magazzino, dalla gestione delle flotte a alla mobilità urbana. Un evento sarà dedicato ai futuri orizzonti della ricerca nell’ambito della sostenibilità con la presentazione del progetto mondiale ITER sulla fusione nucleare, con sede a Padova: il sogno di “accendere il sole” che vede il coinvolgimento del consorzio Rfx.

Per maggiori informazioni e per conoscere il programma completo