News

City Vision, nel 2022 un roadshow che porterà a Padova le migliori esperienze del Paese

Dic 13, 2021

Visioni, opportunità e progetti concreti per la pianificazione delle città intelligenti di domani, tra mobilità, pubblica amministrazione digitale, energia ed edifici smart. Con uno sguardo anche alla Padova del 2030, città che si candida ad essere polo di attrazione per la ricerca e il mondo dell’innovazione di tutto il Nord-Est.

Si è chiusa con successo – centinaia di migliaia le view alle dirette online – la seconda edizione di City Vision, l’evento ideato da Fiera di Padova e Blum che si è tenuto il 30 novembre e 1 dicembre, in presenza e in streaming, al Centro Culturale Altinate San Gaetano di Padova. Due giornate che hanno messo a confronto, sul tema dello sviluppo delle città, il mondo dell’amministrazione con il sistema delle imprese e quello dell’innovazione. E con una novità per l’edizione 2022: City Vision diventa un evento itinerante, un roadshow che toccherà diverse città italiane e che si concluderà a Padova.

«Siamo particolarmente orgogliosi dell’ottimo risultato di City Vision, non solo per l’importanza dei temi trattati ma anche per la fiducia raccolta tra i partner che ci hanno sostenuto – commenta Luca Veronesi, direttore generale di Padova Hall – Un evento che con coraggio avevamo deciso di lanciare già durante la pandemia e che oggi, alla sua seconda edizione, si conferma come punto di riferimento per il sistema delle intelligent cities italiane. City Vision è una piattaforma editoriale che vive tutto l’anno, con declinazioni digitali, grazie ai forum verticali, e fisiche, con l’evento annuale in presenza. È il modello di evento per una fiera che si sta trasformando: non più solo espositiva ma anche all’insegna di nuovi concept che portano un contributo fondamentale al tessuto economico del territorio, certamente in termini di opportunità di business ma anche di diffusione della cultura dell’innovazione».

«È stata un’esperienza di scambio e di arricchimento reciproco tra pubbliche amministrazioni di tutta Italia, imprese innovative e mondo delle professioni: un modo per connettere le best practice e pensare insieme al futuro delle nostre città, finalmente in un evento in presenza – spiega Domenico Lanzilotta, co-founder di Blum – City Vision nasce a Padova, città che si candida ad essere esempio di intelligent city da qui al 2030, ma avrà un respiro ancora più ampio a partire dalla prossima edizione. E quindi i forum verticali e gli appuntamenti che si svolgeranno nel corso del 2022 toccheranno anche altri territori e città, per tentare di disegnare una mappa il più possibile estesa del sistema delle città intelligenti italiane».

City Vision è organizzato da Fiera di Padova e Blum. Business as a medium con il supporto di Enel X, HTI, NTS Italy, PwC, Sasa, Pohl Immobilien, Dell Technologies e UniCredit, la partnership di IoTItaly, The Smart City Association, Motus-E, Venicepromex, con il patrocinio di Anci, Regione del Veneto, Agenda Digitale del Veneto, Provincia di Padova, Comune di Padova, Comune dell’Aquila, Città di Palermo, Università degli Studi di Padova e con il supporto della Camera di Commercio di Padova. Media partner Rai Pubblica Utilità.

Tutte le informazioni su city-vision.it