Antiquaria Padova inaugura la stagione della ripartenza

Ago 27, 2020

1 settembre: una data attesa, una giornata che segnerà finalmente la ripartenza del settore fieristico su tutto il territorio nazionale, così come stabilito dal DPCM del 7 agosto.

E proprio la Fiera di Padova ospiterà una delle prime kermesse in programma a livello nazionale dopo un pesantissimo stop di oltre sei mesi: il 12 settembre si alzerà infatti il sipario sulla 36esima edizione di Antiquaria Padova, la storica, prestigiosa e sempre viva esposizione organizzata dalla società padovana Nef – Nord Est Fair.

Un’edizione inizialmente programmata per marzo e poi ricalendarizzata dal 12 al 20 settembre 2020, mentre già sono state annunciate le date dell’edizione 2021 che tornerà nella collocazione originaria in primavera (20-28 marzo 2021). «Indubbiamente sono stati mesi difficili – spiega Nicola Rossi, direttore artistico di Antiquaria Padova – ma abbiamo tenuto ferma la barra rispetto all’idea di confermare le date di settembre: a incoraggiarci in questa direzione la risposta che abbiamo raccolto dagli antiquari, ma anche dai collezionisti e dai frequentatori abituali della manifestazione. Abbiamo percepito una grande voglia di tornare a incontrarsi, di ritrovare un dialogo che non sia solo virtuale». Chi acquista un pezzo di antiquariato di alto livello o un’opera d’arte difficilmente si accontenta di una vetrina online: si tratta di opere che richiedono spesso investimenti significativi ed ecco che diventa fondamentale vederle da vicino, confrontarsi con l’antiquario per conoscerne la storia e le caratteristiche.

«Insomma, questo periodo è servito per comprendere che le fiere non sono sostituibili e la loro assenza si è fatta sentire. Abbiamo messo in campo un grande sforzo organizzativo e quella che ci accingiamo a inaugurare è forse l’edizione più bella di sempre, con un’ottantina di espositori selezionati e con un’altissima qualità della proposta», continua Rossi.

LE OPERE: DAL MINI FORZIERE DEL CINQUECENTO AL BOZZETTO DI CAMPIGLI

La mostra mercato si annuncia densa di proposte interessanti per un pubblico raffinato, capace di cogliere la qualità di suggestioni che arrivano dal Rinascimento al Novecento, con pezzi di elevato pregio artistico e storico: mobili, porcellane, dipinti, statue in legno e marmo, curiosi oggetti, tessuti, stampe, cornici, cristalli, argenti, arazzi, tappeti persiani di alta manifattura, stoviglie, gioielli. Per molti sarà l’occasione per riavvicinarsi all’antiquariato di alto livello ed anche per ripensare a forme di investimento alternative.

Ecco alcune tra le importanti opere presenti in fiera: un’isola di San Giorgio dipinta negli anni Cinquanta da Giorgio De Chirico; un bozzetto fatto nel Natale 1939 da Massimo Campigli per l’affresco realizzato nell’atrio del palazzo Liviano (sede universitaria di Padova) con dedica all’allora rettore Carlo Anti; un busto in marmo di Carrara dello scultore vicentino seicentesco Orazio Marinali, dipinti dei fratelli veneziani Beppe ed Emma Ciardi, olii dell’ artista padovano Lino Selvatico, deliziosi ritratti femminili e maschili di Pietro Pajetta, maestosi quadri di Nicolò Bambini, vasi Daum (1905) e Gallè (1895); Madonna col bambino e San Giovannino del Puligo (Domenico di Bartolomeo, nato a Firenze nel 1493); un mini forziere cinquecentesco di Norimberga in acciaio inciso; orecchini pezzo unico di Mario Buccellati eseguiti a Milano nel 1950 in Oro 18 carati, smeraldi e diamanti, una preziosa tavoletta in quercia raffigurante “Volto di Cristo”, attribuibile alla cerchia di Jan Van Eyck, terzo quarto del XV secolo. Da segnalare anche la presenza di alcuni espositori dall’estero, fra cui un antiquario svedese e un gioielliere inglese.

Oltre ad essere una vetrina e un mercato di arte antica, Antiquaria Padova offre la possibilità agli appassionati di conoscere le ultime tecniche di analisi e restauro delle opere pittoriche, lignee, marmoree, tessili, con consulenze e certificazioni di autenticità e diagnosi da parte di esperti presenti in Fiera.

Per maggiori info sui biglietti e per conoscere gli espositori: www.antiquariapadova.com