News

Al via i Data monitor, indagini di settore per fotografare le tendenze delle fiere B2B

Giu 29, 2020

Fotografare l’andamento dei settori di riferimento delle manifestazioni fieristiche B2B per anticipare i trend di sviluppo e fornire elementi di approfondimento utili a tutta la community coinvolta. Con questo obiettivo Fiera di Padova lancia i suoi «Data Monitor», indagini periodiche realizzate in partnership con la società specializzata GRS Research and Strategy che restituiranno l’evolversi dei principali trend di mercato e il sentiment degli imprenditori sulle prospettive di sviluppo. La collaborazione prenderà avvio con le tre principali manifestazioni B2B: Flormart, TecnoBar&Food e Green Logistics Expo.

UN NUOVO STEP PER IL RILANCIO

Un nuovo step per il rilancio di Fiera di Padova che continua a lavorare intensamente per valorizzare il suo patrimonio più importante: la sua community e la capacità di creare per essa opportunità di conoscenza e di business. «Far fiere non significa più solo fare manifestazioni ma diventare riferimento del proprio settore, mantenendo costantemente aperti i canali di comunicazione con la nostra community e attivo lo scambio di informazioni» spiega Luca Veronesi, direttore generale di Padova Hall. «Per questo abbiamo deciso di offrire dati e contenuti di prima mano sempre aggiornati ai nostri partner, utili per avere spunti di approfondimento e tracciare i trend di sviluppo di alcuni settori strategici. In questo contesto si inseriscono la preziosa collaborazione con GRS e una serie di webinar in cui presentare in anteprima i risultati delle survey e incontrare virtualmente i principali attori delle filiere».

FLORMART GREEN CITY REPORT Primo appuntamento in calendario è quello con Flormart Green City Report, la survey dedicata alla filiera verde italiana, i cui risultati saranno presentati in anteprima nel corso del secondo appuntamento del FlorMart OnLife Roadshow, evento online in programma martedì 30 giugno alle 17, iscrizione gratuita a questo link. Un webinar che avrà al centro della discussione anche le nuove sfide del settore florovivaistico: i cambiamenti climatici, le conseguenze dell’emergenza Covid-19 e il futuro delle applicazioni green nelle smart city di domani.